Google+

venerdì 13 gennaio 2012

#1 - Il misterioso mondo delle galvaniche e del Nichel, l'Oscuro Signore.

Oggi parlerò della galvanica e, quindi, del nichel.
QUI potete trovare il post sul blog del negozio.



Prima di tutto occorre capire: cos'è la galvanica?

La galvanica, o galvanostegia, è un processo industriale che permette di applicare sulla superficie di un oggetto metallico uno strato di un altro metallo, in genere più prezioso. Questa tecnica viene utilizzata per proteggere dalla corrosione o anche solo a scopo decorativo. Infatti il colore esterno dell'oggetto sarà il colore del metallo applicato. La placcatura è un tipo di galvanica.
Questo è un processo elettrochimico, sfrutta quindi corrente elettrica continua a basso voltaggio e viene eseguito immergendo l'oggetto in una soluzione acquosa contenente un sale del metallo che dovrà ricoprire l'oggetto.
     
In bigiotteria i componenti metallici possono essere in ferro, ottone (rame+zinco), zama (lega di zinco), stagno e le colorazioni varie (acciaio, rame, oro, ecc) sono sempre ottenute mediante processo galvanico (escluse le smaltature).
Le componenti non galvanizzate si dicono grezze.

Moschettoni in ottone grezzo

Per ottenere una maggiore lucidità, la galvanica è sempre a due strati (almeno in bigiotteria) e il primo strato fa da "specchio" per lo strato successivo.
Generalmente il primo strato viene realizzato in Nichel, ma la Legge Direttiva CEE 94/27 prevede che dal 1° Luglio 2000 non possano essere immessi sul mercato Italiano e CEE prodotti contenenti nichel che non siano conformi alla direttiva europea.
Tale direttiva prevede che il nichel non può essere utilizzato in:

1) Oggetti metallici che vengono inseriti nelle orecchie perforate od in altre parti perforate del corpo umano, sia che essi vengano tolti oppure no, a meno che tali oggetti siano omogenei e la concentrazione di nichel, espressa come massa di nichel rispetto alla massa totale, sia inferiore a 0,05%.

2) I prodotti destinati ad entrare in contatto diretto e prolungato con la pelle quali: orecchini, collane, bracciali, catene, cavigliere, cerniere lampo, marchi metallici se applicati agli indumenti e quant'altro; se il tasso di cessione di nichel delle parti di questi prodotti è superiore a 0,5 µg/cm per settimana.

3) In prodotti come quelli elencati al punto 2.
Se hanno un rivestimento senza nichel, è concesso il suo utilizzo solo nel caso in cui tale rivestimento sia sufficiente a garantire che il tasso di cessione di nichel delle parti di tali prodotti non superi 0,5 µg/cm per
settimana per un periodo di almeno due anni di uso normale del prodotto.


Da qui la necessità di sostituire, nella galvanica, il nichel con un altro metallo. La galvanica definita "nichel free" utilizza il rame al posto del nichel.
Questa galvanica è anallergica, anche se più costosa di quella contenente nichel, ma è sensibile all'umidità e soprattutto agli acidi. In presenza di acido (cloro, sale, sudore, profumo, ecc) lo strato di rame tende ad emergere, macchiando di rosso la superficie dell'oggetto.
La precauzione per evitare ossidazioni repentine consiste nel tenere l'oggetto (collana, bracciale, ecc) in una bustina di plastica al buio, quando non lo si indossa. Evitare assolutamente di bagnare, soprattutto con profumo, e pulire con un panno pulito e asciutto.
Una galvanica macchiata o ossidata non è mai pulibile.
Le galvaniche rame antico e ottone antico, anche se ossidate, non variano di colore in maniera percettibile.
La galvanica canna di fucile, può contenere nichel.


Come riconoscere un prodotto con galvanica nichelata?
Il nichel è un metallo rigido, quindi se l'oggetto viene deformato e il colore sfoglia, si stacca a pezzi e la colorazione sottostante è argentea, siete in presenza di galvanica nichelata.
Se il colore sottostante è rosso/ramato, la galvanica è senza nichel; sfoglia perchè fatta con uno spessore eccessivo.

Il nichel può causare allergia da contatto (dermatite), ma questa allergia colpisce solo il 5% della popolazione... L'allergia si esprime con una dermatite cutaea nel punto di contatto con la pelle.

Frasi del tipo "Sono allergica al nichel perchè se metto la bigiotteria, diventa scura" non hanno quindi molto senso... XD

Ovviamente, tutti i prodotti in metallo non galvanizzato, come ottone, rame, alluminio, ferro zincato, non contengono nichel, proprio in quanto NON galvanizzati. Non ha quindi senso domandare, ad esempio, se il rame puro contiene nichel...
Il nichel può essere contenuto solo nei metalli galvanizzati (non nichel-free) o in determinate leghe (es: acciaio inossidabile).
L'argento non puro (dal 925 in giù) può invece contenerlo, infatti chi è realmente allergico al nichel non può utilizzare argento.
Tre8bre

2 commenti:

Ila ha detto...

Ciao caro! Buon anno! E ben ritrovato :)
Interessantissimo post! Grazie!
A quando il prossimo picnic-incontro? Cominciate a mancarvi...

Un abbraccio
Ila

tre8bre ha detto...

Ciao!!! ^^ Buon Anno!
Grazie!
In primavera magari organizziamo un pic-nic :-P

A presto! :-)